Blog: http://PoliticaMente.ilcannocchiale.it

Perché Grillo non può essere un modello da seguire, ma il "movimento cinque stelle" deve essere tenuto in considerazione

Una premessa: a me Grillo non piace, perché non mi piacciono le persone che si agitano, urlano e non hanno mai dubbi, anzi sono sicuri di avere in tasca la verità che gli altri non sono in grado di comprendere (vale anche per Travaglio, per dire); non mi piace nemmeno l'idea di un movimento leaderistico, perché non mi piace la demagia: come Di Pietro, Grillo è solo un Berlusconi "di sinistra" in sedicesimo, un Berluschino (si noti che l'art. 3 del loro "non statuto" dice chiaramente che il "movimento 5 stelle" è roba di Grillo: anche lui vende bene le sue pagliacciate). 


Però questi ragazzi qui dicono delle cose in buona parte condivisibili e giuste, con cui bisogna confrontarsi. 


Forse bisognerebbe avere il coraggio di trasfondere nei partiti tradizionali alcuni metodi usati da questo movimento (i meetup, l'uso di internet) e ripartire dai temi che propongono con parole semplici (certo, da rielaborare responsabilmente) per tornare a parlare alla gente. 


Perché l'Italia ha bisogno di ben altro che di parlare in continuazione di un monolocale a Montecarlo.


http://www.beppegrillo.it/iniziative/movimentocinquestelle/Programma-Movimento-5-Stelle.pdf

Pubblicato il 27/9/2010 alle 10.30 nella rubrica Politica.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web